Le torri costiere e le torri fortificate nel Salento.
Viaggio nella storia del Salento e del suo territorio - Le torri costiere e le torri fortificate presenti lungo la costa salentina da San Cataldo a Santa Maria di Leuca, risalendo fino a Torre Lapillo.
Preventivo online
Destinazione


Date soggiorno


Numero di persone



TORRI COSTIERE E TORRI FORTIFICATE NEL SALENTO

Le incursioni piratesche degli arabi prima e dei turchi poi, hanno condizionato per secoli la vita delle genti salentine. La presa di Otranto del 1480 e il sanguinoso saccheggio di Castro del 1537, hanno poi reso indispensabile un’opera decisiva di fortificazione del territorio per fronteggiare il Terrore che viene dal mare.
La strategia per la difesa del territorio avrebbe previsto la costruzione ex novo di torri di avvistamento e la ristrutturazione di quelle di età sveva e angioina, nonché la fortificazione delle masserie, per proteggere direttamente i pilastri dell’economia salentina. La maggior parte delle torri costiere risale agli anni 60 del XVI sec., poco prima della storica battaglia di Lepanto (1571) che avrebbe radicalmente ridimensionato la presenza ottomana nel Mediterraneo occidentale. Le torri costiere della provincia di Lecce si concentrano per lo più sul versante adriatico; il turista che intendesse percorrere la bellissima litoranea, da S. Cataldo al Capo di Leuca e da qui risalire la sponda ionica fino a Porto Cesareo, si troverebbe di fronte a strutture fiere e possenti che oggi ricordano quel clima di paura e violenza, ma anche di indomita resistenza, nel quale vissero queste genti. Partiamo da S. Cataldo, l’antico porto di Adriano e scendiamo fino a Roca Vecchia, antica località che conserva ancora parte delle sue strutture difensive nascoste tra il verde di uno dei più importanti parchi archeologici del Mediterraneo.
Procedendo verso sud troviamo Torre dell’Orso, nell’omonima località balneare, Torre del Serpe, simbolo di Otranto e Torre Sant’Emiliano che si protende solitaria verso il mare. Fino a Santa Maria di Leuca, la litoranea appare quasi ”sorvegliata” da questi guardiani di pietra. Da vedere Torre Palane e Torre degli Uomini Morti. Sul versante ionico, Torre Sabèa a Gallipoli, Torre Santa Caterina, Torre delle Quattro Colonne sul litorale neretino, la Torre di Uluzzo nel parco naturale di Portoselvaggio e infine Torre Sant’Isidoro, Torre Squillace e Torre Chianca presso Porto Cesareo. L’austerità di queste strutture militari si è saldata, nel corso dei secoli, con la spettacolarità della costa e dei paesaggi.

SCRITTO DA EMANUELE PASCA
 
 
Torre dell'Orso
 
 

Porto Miggiano
Salentu.com ® è un marchio registrato - © 2001-2020 Tutti i diritti riservati • Partita IVA 03302380757
Direzione tecnica Nova Promotur sas TOUR OPERATOR e AGENZIA VIAGGI - Nr. REA LE-215079
Aut. Reg. n° 98 del 11.05.2005 - Dir. Tecnico: Gallo Antonella
Salentu.com
Progettazione e realizzazione: Focustek