LE GROTTE NEL SALENTO.
Viaggio nella storia del Salento e del suo territorio - Le grotte costiere del Salento e i fenomeni carsici nel territorio salentino.
Preventivo online
Destinazione


Date soggiorno


Numero di persone



GROTTE COSTIERE NEL SALENTO

Il carsismo è un fenomeno tipico del Salento e questo ha favorito la nascita di insediamenti rupestri che affondano le radici nella notte dei tempi. La penisola salentina è, infatti, punteggiata da grotte millenarie che hanno restituito testimonianze di vitale importanza per ricostruire il remoto passato non solo di queste zone, ma dell’intero bacino del Mediterraneo.
Sul versante adriatico abbiamo la Grotta della Poesia a Roca Vecchia, un paradiso naturale che custodisce alcune importanti testimonianze archeologiche. Proseguendo verso Sud, dopo aver visitato gli insediamenti rupestri presso Otranto, giungiamo a Porto Badisco, tappa del viaggio di Enea per raggiungere il litorale laziale, che custodisce la neolitica Grotta dei Cervi, uno dei più importanti monumenti d’arte pittorica rupestre d’Europa, con un ciclo di oltre 3000 pittogrammi. Seguendo la spettacolare litoranea arriviamo a Castro che sfoggia due importantissime grotte: la Grotta Romanelli, d’età paleolitica, che ha restituito i primi graffiti simbolici a sfondo sessuale che si conoscano oltre a resti di manufatti preistorici molto importanti; la Grotta della Zinzulusa che offre un vivacissimo spettacolo di luci e trasparenze che giocano tra le tortuose stalattiti e stalagmiti.
Nel Capo di Leuca sono conservate alcune grotte che hanno conservato importanti testimonianze passate: la Grotta Tre Porte che conserva resti dell’uomo di Neanderthal e di fauna africana; la Grotta dell’Elefante e la Grotta dei Giganti con resti di pachidermi; la Grotta del Diavolo ha restituito frammenti di utensili e ceramiche del Neolitico. Anche la costa ionica vanta alcune grotte molto importanti dal punto di vista antropologico ed etnologico, le più celebri delle quali sono la Grotta di Uluzzo e la Grotta del Cavallo, nei pressi del Parco di Portoselvaggio, che hanno restituito interessanti manufatti del Paleolitico e ossa di grandi mammiferi.
Queste grotte, quasi tutte visitabili, fanno del Salento un importante giacimento di testimonianze e reperti interessanti per la ricostruzione scientifica dell’intera area mediterranea.

SCRITTO DA PASCA EMANUELE
 
 
Santa Maria di Leuca
 
 
Grotta della Zinzulusa
Castro

Salentu.com ® è un marchio registrato - © 2001-2020 Tutti i diritti riservati • Partita IVA 03302380757
Direzione tecnica Nova Promotur sas TOUR OPERATOR e AGENZIA VIAGGI - Nr. REA LE-215079
Aut. Reg. n° 98 del 11.05.2005 - Dir. Tecnico: Gallo Antonella
Salentu.com
Progettazione e realizzazione: Focustek