Le tradizioni del salento - Le filastrocche gli indovinelli, i proverbi, gli stornelli e i canti popolari
Preventivo online
Destinazione


Date soggiorno


Numero di persone



FILASTROCCHE POPOLARI SALENTINI


FILASTROCCA TRADUZIONE
Titolo: A caddhrina zoppa
A caddhrina zoppa, zoppa, quante pinne porta a nocca, e ne porta vintiquattru, unu, doi, trete e quattru; la gallina zoppa quante penne porta a fiocco e ne porta ventiquattro, uno, due, tre e quattro
   
Titolo: e nina ....
e nina,nina, nina, comu lu piji lu munnu và, e lu piji a futtipupe, a futtipupe se ne va; e nina, nina, nina, come lo prendi il mondo va e lo prendi a presa in giro, a presa in giro se ne va.
   
Titolo: Musci, musceddhru,
Musci, musceddhru, cattu, catteddhru, vene lu tata e tte nnuce nu ceddhru, lu minte su a banca, vene u cattu niuru e se lu mancia poi vene u cattu ta zi Maria, isti, isti, te casa mia; gatto, gattello, viene papà e ti porta un uccello lo mette sulla tavola, viene il gatto nero e se lo mangia poi viene il gatto della zia Maria, vattene fuori da casa mia.
   
Titolo: Oi te cuntu nu cuntu,
Oi te cuntu nu cuntu, spetta mme ppuntu, nasu te ggiuntu, pete stuccatu, pija la mazza e dai ncapu, e nu dare mutu forte ca te sente u scasciaporte, e nu dare mutu chianu ca te sente lu guardianu, scei intra na caseddhra e cchiai na pecureddhra la tajai feddhre, feddhre, la purtai alla signurina, la signurina sta liggia, lu guardianu sta scrivia, la pignata sta rusciava e lu porcu piritava. vuoi che ti racconti una storia aspetta che mi abbottono, naso di giunto, piede spezzato, piglia la mazza e dai in capo, e non dare troppo forte che ti sente il rompiporte che per tanto succhiare e no dare molto piano che ti sente il guardiano andai in una casetta e trovai una pecorella e la tagliai fette, fette, la portai alla signorina, la signorina stava leggendo il guardiano stava scrivendo, la pentola stava bollendo e il maiale scorreggiava.
   
Titolo: quannu passa Epifania
quannu passa Epifania tutte e feste porta via, poi se ngira Santu Pati, e mie pé ci me lassati?, rispunne a Cannilora "nci su ieu ancora!", poi se ngira L'acateddhra: "nci su ieu la cchiu beddhra!"; quando passa Epifania tutte le feste porta via poi si gira S.Pati: "ed io che ci sto a fare?" risponde la Cannilora: "ci sono io ancora" poi si gira l'Agatella ci sono io la più bella.
   
Titolo: lu male te la fija
lu male te la fija tutta me mpija, tutta me mpija lu male te la nora, nu me fete e nu mé ndora; il dispiacere della figlia mi addolorano, il dispiacere della nuora non mi puzza né mi odora.
   
Titolo: la paparina mia,
la paparina mia, ci me la fazzu, se lagnava donna Ciccia a don Galeazzu, se nu mme la dai, cu ggiungu lu capazzu la verdura mia, che me la faccio, si lagnava donna Ciccia a don Galeazzo, se non me la dai per aggiundere il (?)
   
Titolo: se oi cu passi
se oi cu passi nna bona sciurnata fatte na bona manciata, se oi cu passi na bona settimana cciti la pecura e manciatela sana, se oi cu passi nnu bonu mese, nzurate, se oi cu passi nna bona vita, fatte prete; se vuoi passare una buona giornata fatti una buona mangiata, se vuoi passare una buona settimana uccidi la pecora e mangiatela sana, se vuoi passare un buon mese, sposati, se vuoi passare una buona vita, fatti prete.
   
Titolo: finchè fui nora,
finchè fui nora, nu truvai nna socra bbona, mo ca socra maggiu fatta, nu truva na nora cu me piazza; finché fui nuora non trovai una buona suocera ora che suocera son diventata, non trovo una nuora che mi piaccia.
   
Titolo: simu fratelli,
simu fratelli, va bene, va bene, ma li sordi, ci li tene se li tene; siamo fratelli, va bene, va bene ma i soldi chi li tiene se li tiene
   

123


Salentu.com ® è un marchio registrato - © 2001-2021 Tutti i diritti riservati • Partita IVA 03302380757
Direzione tecnica Nova Promotur sas TOUR OPERATOR e AGENZIA VIAGGI - Nr. REA LE-215079
Aut. Reg. n° 98 del 11.05.2005 - Dir. Tecnico: Gallo Antonella
Salentu.com
Progettazione e realizzazione: Focustek