CASTELLI E ROCCAFORTI NEL SALENTO.
Viaggio nella storia del Salento e del suo territorio - I castelli medievali e le roccaforti nel Salento, baluardi della difesa delle popolazioni salentine durante le invasioni arabe e turche.
Preventivo online
Destinazione


Date soggiorno


Numero di persone



CASTELLI NEL SALENTO

La storia dei castelli del Salento affonda le radici nell’Alto Medioevo e si sviluppa, attraverso le diverse dominazioni, fino al XVII sec. quando, dopo essere stati i baluardi a difesa della cristianità, i castelli diventano strumenti di controllo del territorio e simboli di prestigio di un’aristocrazia che aveva ormai perduto i caratteri di casta militare, per dedicarsi ai piaceri del "vivere bene".
I castelli del Salento sono distribuiti con una certa regolarità sul territorio, anche se si può notare una maggiore concentrazione sul versante adriatico, a causa delle continue minacce rappresentate dai pirati e dalla flotta turca. Siccome ciascun castello presenta delle peculiarità che lo distinguono dagli altri, risulta molto difficile descriverli tutti; ne citeremo pertanto alcuni tra i più interessanti. Partiamo dal castello di Lecce, intitolato a Carlo V, edificato nel 1537 inglobando il precedente castello normanno. La struttura presenta quattro spuntoni angolari che lo rendono inattaccabile. Attualmente il castello ospita rassegne e festival di carattere culturale che testimoniano della vitalità del capoluogo salentino, facendo di Lecce una citta-porta sul Mediterraneo. Sulla costa si affacciano alcuni castelli a testimonianza dei tragici fatti che insanguinarono questo lembo d’Italia.
Il castello di Gallipoli, sulla costa ionica, presenta un impianto tipicamente aragonese con possenti torri cilindriche scarpate ed è posto a difesa del porto e della cittadella, edificata su un isolotto e protetta da una imponente cinta muraria. Sul versante adriatico, il castello di Otranto, attorno al quale riecheggiano ancora i sanguinosi avvenimenti del 1480, fu saccheggiato e distrutto dai turchi, prima di essere ricostruito da abili architetti che lo dotarono di possenti torri cilindriche, in perfetto stile aragonese e di uno spuntone che si protende verso il porto.
Castro e Roca Vecchia posti a sud e a nord di Otranto, completavano la fortificazione della costa orientale. Nell’entroterra, Copertino e Corigliano d’Otranto conservano due gioielli di architettura militare, abbelliti da interventi decorativi postumi. Copertino presenta una struttura quadrangolare con spuntoni ai lati, per far fronte agli attacchi dell’artiglieria moderna e in più è stato arricchito da uno stupendo portale riccamente decorato. Il castello di Corigliano d’Otranto presenta il tipico impianto aragonese con quattro torri cilindriche e in più è stato arricchito, nel corso del XVII sec., da un corredo di statue e decorazioni in stile barocco leccese, che ne hanno movimentato l’austera facciata. I castelli del Salento, ospitando incontri e manifestazioni di carattere culturale, sono tornati alla luce in tutto il loro splendore.

SCRITTO DA PASCA EMANUELE
 
 
Castello di Otranto
 
Castello di Martano
 
Castello di Gallipoli

Salentu.com ® è un marchio registrato - © 2001-2020 Tutti i diritti riservati • Partita IVA 03302380757
Direzione tecnica Nova Promotur sas TOUR OPERATOR e AGENZIA VIAGGI - Nr. REA LE-215079
Aut. Reg. n° 98 del 11.05.2005 - Dir. Tecnico: Gallo Antonella
Salentu.com
Progettazione e realizzazione: Focustek