La storia della penisola salentina e del suo popolo - I bizantini nel salento
Preventivo online
Destinazione


Date soggiorno


Numero di persone



I BIZANTINI

Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente (476 d.C.), l’Italia è percorsa da popolazioni barbare che, inizialmente, saccheggiano, depredano, distruggono e uccidono, per poi insediarsi e cercare di ricucire lo strappo con le popolazioni locali. Le guerre greco-gotiche (535-553), combattute dai Bizantini contro i Goti per volere dell’imperatore (basilèus) Giustiniano, intenzionato a riunire l’Impero Romano sotto l’egida di Costantinopoli, piegano nuovamente la penisola italiana che si presenta impotente alla penetrazione e all’insediamento dei Longobardi.
I Bizantini conservano vasti possedimenti, tra i quali l’Esarcato di Ravenna e la Puglia, che saranno fortemente grecizzati per impedire ulteriori espansioni degli invasori. Provincia a tutti gli effetti dell’Impero Bizantino, la Puglia reca indelebili le tracce che questa dominazione ha lasciato nelle numerose cripte bizantine, nelle chiesette che sono sfuggite all’usura del tempo e soprattutto nel griko, idioma sorprendentemente affine al greco moderno, che ancora si parla nella sacca geografica denominata Grecìa Salentina. Nel corso del VII-VIII sec., l’intraprendenza di grandi imperatori quali Eraclio e Leone III l’Isaurico, se da un lato portò ad un rafforzamento delle “province italiane”, dall’altro fu all’origine di migrazioni che portarono in Italia, in particolare in Puglia e Calabria, molti monaci in fuga dall’iconoclastìa. Il dominio greco raggiunse l’apice nel corso del IX-X sec., il periodo d’oro di Bisanzio, allorquando furono fondati nuovi monasteri di rito basiliano, rifiorirono le arti e fu migliorata anche l’amministrazione.
Nel frattempo la situazione nel resto d’Italia era mutata e i papi di Roma, non tollerando la presenza dell’eresia del rito greco sul territorio nazionale, inviarono i Normanni con la promessa di riconoscerli signori delle terre sottratte ai Bizantini. Vinte le resistenze, nel 1071 i Normanni presero possesso dell’Italia Meridionale, conservando la brillante cultura dei vinti che sarebbe sopravvissuta, ricevendo linfa vitale dai profughi della caduta Costantinopoli (1453).

SCRITTO DA EMANUELE PASCA
 
 
 
APPROFONDIMENTI
Storia del Salento
La preistoria
I Messapi
I Bizantini
I Normanni
I Saraceni
Gli Spagnoli
 
 

Vaste: Cripta S. Stefano
Salentu.com ® è un marchio registrato - © 2001-2020 Tutti i diritti riservati • Partita IVA 03302380757
Direzione tecnica Nova Promotur sas TOUR OPERATOR e AGENZIA VIAGGI - Nr. REA LE-215079
Aut. Reg. n° 98 del 11.05.2005 - Dir. Tecnico: Gallo Antonella
Salentu.com
Progettazione e realizzazione: Focustek